Menu Principale

UltimOra

 

 

 

 

 

DA QUEST'ANNO NELLA SEZIONE GENITORI E' POSSIBILE SCARICARE IL MODULO DI ISCRIZIONE IN FORMATO PDF E COMPILARLO DIRETTAMENTE, TROVERETE DEI SUGGERIMENTI SULLA COMPILAZIONE E L'INVIO ALLA STAMPA. TROVERETE ANCHE MODALITA' DI ISCRIZIONE, INIZIO ALLENAMENTI ECC. I DIRIGENTI SE VOGLIONO POSSONO SCRICARLO ED INVIARLO PER MAIL A TUTTI I GENITORI DELLE ATLETE DELLA PROPRIA SQUADRA MA COMUNICANDO DI COLLEGARSI CON IL SITO PER TUTTE LE INFORMAZIONI.

 

 

 

 

 

 

 

Login

Registratevi con Cognome e Nome per accedere a tanti contenuti extra. Nel caso di persone non identificabili per questione di Privacy verrà sospesa l'iscrizione

La Storia

Nel 1972 nasce l’A.S.Pallavolo Cernusco da un gruppo di amici che si ritrovano a fare due tiri e che cercano di darsi un’organizzazione per poter partecipare a un campionato: bisogna che qualcuno faccia il Presidente, no? Ci vuole uno “grande” e che abbia voglia di prendersi questa gatta da pelare........ In genere in queste occasioni si sviluppa un campionario di reazioni che potremmo riassumere nella tradizionale espressione “vai avanti tu che mi viene da ridere”, per cui alla fine a qualcuno il fiammifero resta tra le dita e quella volta le dita furono di Claudio Ceccanti.
Allora non si poteva sapere, ma non fu certo un caso.
185694 1003576626887 1749004337 1902 1767772 n


Ceccanti rimase il presidente fino al 2000 dando energia, tempo ed entusiasmo e diventando non solo la figura centrale di tutta la vita della società, ma addirittura un personaggio storico della pallavolo milanese. Esageriamo forse? Per affetto e stima potrebbe essere, ma un dato ci può far riflettere: l’A.S.Pallavolo Cernusco ha come codice in federazione provinciale il numero 27: sapete quante sono le società di pallavolo nella provincia di Milano?

Se Ceccanti è stato “il Presidente”, Ugo Marchetti è stato “l’allenatore”. Giocatore dal 1974 diventa allenatore nel 1976 e si diploma all’Isef nell’1981 con una tesi sulla programmazione dell’allenamento di una squadra di pallavolo femminile, l’A.s.Pallavolo Cernusco, appunto. All’inizio degli anni 80 la Società comincia a sviluppare maggiormente il settore femminile e il settore maschile viene chiuso. Qualche anno dopo, proprio per rivitalizzare la pallavolo maschile a Cernusco, nascerà l’Avis .

Ma torniamo a noi: nell’ 82/83 si forma la squadra maschile di 1°divisione maschile, con atleti dal grande passato, ma non più giovani; era solo per fare un paio d’anni a divertirsi con un allenamento settimanale e invece questa squadra durerà 15 anni, sempre in 1°divisione, evitando accuratamente promozioni e retrocessioni. Ma l’ 82/83 resta un anno fondamentale perchè la squadra femminile viene promossa in serie D e in serie C l’anno seguente!  E’ un periodo esaltante e la squadra gioca una pallavolo veloce e molto tattica, ma gradualmente bisogna affrontare un ricambio generazionale che vede via via abbandonare le atlete del gruppo storico per fare largo a giocatrici più giovani e, nonostante questo, la squadra resta in serie C fino al 1991.

 La retroces197328 1003531105749 1749004337 1780 31392 nsione in serie D segna la fine di questo lungo ciclo, Ugo Marchetti diventa Direttore Sportivo e la squadra affronta con un nuovo allenatore un periodo di assestamento. Con l’arrivo di Giuliano Gariboldi la società ritrova però qualità tecnica e con l’aiuto di un nuovo dirigente, Franco Magnoni, riparte un ciclo che la riporta in C nel 93/94, per restarvi ininterrottamente fino al 2001.  Intanto, nel 1997/98 chiude la squadra maschile di 1°divisione, lasciando ricordi di grandi bevute (anche in partita..), di magliette molto particolari e dell’amicizia con gli atleti Slovacchi del Dukla Trencin che dura tutt’ora.  Nel 2001 cambia profondamente il gruppo dei dirigenti: lascia la presidenza dopo quasi 30 anni Claudio Ceccanti, che si trasferisce a Castronno (Va), diventa Presidente Flavio Villa, torna alla guida della prima squadra Giuliano Gariboldi dopo un intervallo di due anni in cui la squadra era stata ben condotta da Stefano Duse, altra figura storica della pallavolo milanese.
Tutti questi cambiamenti ed i problemi economici, che assillano la maggior parte delle società sportive, portano alla dolorosa rinuncia alla serie C e a ripartire con una squadra diversa e ringiovanita dalla 1° divisione.  Il 2001/2002 sarà un anno di assestamento e il 2002/2003 è già l’anno del ritorno al regionale con la  in 1°divisione e la promozione in serie D.  Nella stagione 2004/2005 nuovo cambio ai vertici della società diventa Presidente Ivan Doldi e cosa più importante si assiste allo "storico" ritorno in serie C. 

Dal 2005 al 2008 la squadra riesce con merito a restare in serie C, ma nel campionato 2008-2009 retrocede in serie D, dove viene iscritta in un girone difficilissimo e pur realizzando 40 punti, retrocede in 1°divisione. Nel campionato 2009 - 2010 di 1° Divisione il team si comporta piuttosto bene e al termine del campionato la squadra è terza. Nel campionato di 1° Divisione 2010-2011 la squadra parte alla grande e in breve conquista un discreto margine di vantaggio che nonostante le 3 sconfitte e qualche passo falso permetterà alla squadra di ottenere la promozione in Serie D. Negli ultimi anni mantiene tranquillamente la categoria con la prima squadra, mentre aumentano notevolmente i numeri del giovanile, dalle 10 squadre del 2012-2013 si è arrivati alle 16 squadre del 2017-2018 e la tendenza è un nuovo incremento con la difficoltà di inserire tutte le richieste costringendoci ad un minimo di selezione. Grande soddisfazione per il riconoscimento a Scuola Regionale di Pallavolo e sopratutto per il CERTIFICATO DI QUALITA' 2018-2019 ottenuto grazie all'attività svolta con il settore giovanile.

Visitatori

521330
OggiOggi153
IeriIeri241
SettimanaSettimana394
MeseMese2611
TotaleTotale521330